Principio2018-09-17T11:14:22+00:00

CONTENITORE

Annolunare è una scatola, un contenitore immaginale, un corpo. È alla ricerca continua di forme possibili per fare uno scacco alle trappole della mente con un bel po’ di sana spavalderia. La scatola assume tantissimi aspetti ma in sostanza serve a osservare e raccogliere: questa scommessa la vuole fare in forma di gioco. Il gioco sarà scrivere 365 atti di scrittura libera, che prendono spunto dalla vita terrestre ma lì non si esauriscono. Diventano scatole ultraterrene e atti lunari. Al termine di questo, il gioco potrà chiamarsi lavoro. La fine potrà chiamarsi inizio. E l’invisibile rimarrà invisibile. Il contenitore naturalmente mette dentro e chiama per essere riempito. E quel richiamo è già dispensatore di ordine. Annolunare è una pratica di scrittura, un fare, un esercizio, pertanto non c’è nessuna ambizione di compiutezza, solo un’onda di energia di scrittura volutamente disomogenea ma non per questo dal profumo meno intenso.

CREAZIONE

Annolunare è “qualcosa che accade” lungo una strada, di un qualche tempo e un qualche luogo con un qualcuno che decide di fermarsi a vedere cosa succede. Se quell’accadere sarà stato interessante la strada sarà tramutata in un viaggio, ma questo si saprà solo alla fine. Intanto Annolunare raccoglie voci, imprime immagini, annusa odori, taglia stoffe, scalda metalli, impasta colori e sfila i lunghi capelli umani che escono da ogni dove. Insomma un grande affaccendarsi intorno alla grande tavola delle parole. Questo blog si apre sui marchingegni dell’Immaginazione per intrecciare altri lavorii umani e anche divini,  per impressionarsi  e scambiare connessioni su processi fumanti di artigianato poetico  che bollono nelle mani di persone incaute del tutto impegnate in altri lavori.

COMUNICAZIONE

Annolunare pur essendo figlio immateriale di una unica genitrice, è fatto di materia disparata. Non tutta rintracciabile, per fortuna. La sua lunga gestazione ha fatto maturare appieno una lunga infanzia fatta di impressioni e immagini, per poi iniziare a cavalcare uno spazio di larghe bracciate virtuali dove per il momento si aggira con irriverente piglio da adolescente timido, ma è pronto a fare il suo salto, deve vedere cosa c’è sopra di lui e intorno e aldilà. Ha sognato che innumerevoli entità balzino cantando sulle tante piattaforme incorporee ed è pertanto ansiosamente curioso di prenderne le dita a chi gli sarà dato di incontrare. Insomma il tempo è arrivato di stringere e collegare i punti celesti, al più presto subito e ora. Nel grande spazio ruota musicando la grande gonna a campana dei significati, è il segno che la comunicazione da qualche parte è già iniziata.

Buona lettura!

365 Atti di Scrittura

Ritorni

3 Marzo 2024|

ATTO  141

E alle quattro della notte mentre gli uccellini già cantano che è primavera, dopo tre giorni di piogge monsoniche e hai attraversato la città deserta in macchina e stai già surfando su quell’onda […]

Dicembre

27 Dicembre 2023|

ATTO  139

Care parole io vi scrivo ma siete voi che avete me,  eppure vi tengo gioiello al petto, un po’ sciarpa, un po’ collana, un po’ grappolo d’uva […]

Giugno

1 Giugno 2023|

ATTO  136

Benvenuto al mese del mio cuore.
Alla scuola che finisce, ai “grandi” delle mie due quinte che se ne vanno, alle domande pungenti sui corridoi che presto saranno vuoti: avrò fatto abbastanza […]

Che il fiore fiorisca

26 Marzo 2023|

ATTO  135

Che il fiore fiorisca
E’ solo una questione di tempo
che muoia
È solo una questione di tempo
Lilla, azzurri, rosa, violetti: quei boccioli  che ora colorano i prati sono stati un niente, solo poco tempo fa.
Erano l’ombra sotto un filo d’erba, un grumo, una goccia, un nulla, non […]

Seconda ballata per una voce che batte e un petto che pulsa

19 Febbraio 2023|

ATTO  133

Ehi tu
Ti ricordi quella specie di ballata
Quelle parole storte dondolanti che gattonano informi eppure lucide
Striscianti e sfrigolanti ma dannatamente colorate
Pazzescamente colorate di amore per la vita, il nostro amore per la vita che non è da tutti, né è scontato affatto

Che si muovono […]

Pelle d’agosto

4 Settembre 2022|

ATTO  131

 

In qualche mattina persa nel tempo senza tempo.
Sono la terra arsa. Le cento mille sfumature del blu.
Sono impazzita di paura nella tempesta. Ho cotto la pelle al sole. Pelle marrone salmastra. Sono semi di timo che profuma sotto i sassi. Mirto e rosmarino […]

Cielo rosa

1 Aprile 2022|

ATTO  130

Ci sono mattine che è sera.

Aria di primavera che non sei pronta, è inverno. Il ramo gelato che ha già i fiori e non sei capace, è freddo.  Sei ancora inverno.

Tu sei spoglia sei neve e già i fiori, no. Non è tempo, […]

502

27 Febbraio 2022|

ATTO  129

Ai miei 502 giorni.

Sono scesa verso il tramonto a camminare un pò, nel parco. Ero con me. Sentivo l’aria fredda sul viso. Ho contato i giorni, dal 12 ottobre a dicembre, piu gennaio e febbraio. Sono qui. Nuova, cuore strappato e curato. La […]

Epigrafe

8 Novembre 2021|

ATTO  127

E alla fine ci sarà un corpo che scorre su un fiume, come un ramo, come una foglia, tutto fuorchè morto, piu vivo delle cose vive, semplicemente svuotato da ogni storia, ogni film, ogni pensamento, e mentre scorre sull’acqua è acqua, e mentre […]

Raccomandazioni

30 Ottobre 2021|

ATTO  126

E adesso che è autunno dietro la curva scorgi la luce e posati, e spargiti sugli alberi e ingiallisci, e piano piano raffreddati, apri il palmo della mano e guardati le pieghe e staccati come una foglia, e cadi, e ascolta quel rumore […]

Selva oscura

24 Ottobre 2021|

ATTO  125

E quando entri nella selva, ricordati che è lei che è entrata in te, ti ha chiamato senza darti possibilità di andare altrove. E quando pensi di portarti qualcosa, ridi della tua borsa pesante e svuotala. Togliti le scarpe, taglia i […]

Ben venuti

19 Ottobre 2021|

ATTO  123

E benvenuto il giallo. E benvenuto il verde che resiste al giallo. Alla pioggia , benvenuta. A me e quel pezzo di me che si tiene, a noi che ci teniamo , benvenute. Alla pazienza che resiste alle troppe parole. E […]

All’Incertezza

18 Ottobre 2021|

ATTO  122

Io e te, che la vita ci fa venire a patti prima o poi.

Non ho altra scelta che aprirti la porta, tanto sei già dovunque, con la faccia incollata ai vetri e batti i pugni perché ti faccia entrare.

Hai vinto, entra.

Mi […]

Liturgia

6 Maggio 2021|

ATTO  121

Un’anima da scintille che incontra un’altra con cui accendere il fuoco, e il fuoco si tramuta in vento e il vento li trasporta sui picchi e scende  in acqua e l’acqua in calda corrente che gli solleva i piedi e li […]

Collana di parole

20 Aprile 2021|

ATTO  119

Volevo raccontare questi mesi e questa lunga assenza ai miei alunni . Allora ho scritto una collana di parole, che ho attaccato a un lungo filo e ho regalato alla classe, in modo che ognuno potesse avere la sua. Ho usato […]

Contatti

Se vuoi commentare, aggiungere, interagire scrivimi subito! Ti leggerò al più presto.

    Condividi questa pagina

    Torna in cima